Absolut


absolute-header.jpgDi che spazio ha bisogno la creatività per esprimersi? Sicuramente di una libertà assoluta. Quando però questa è concessa, lo spazio diventa un fattore relativo.
Può essere una camera, una scatola, un giardino, oppure...un container.
In collaborazione con Absolut, la marca di vodka finlandese da sempre interessata alle varie forme di espressione, Moleskine ha realizzato a Pechino una mostra di taccuini d'artista con una location particolare: dei container sparsi per le strade della città.

absolute_body01.jpg absolute_body02.jpgOgni autore ha potuto sbizzarrirsi sulla versione "japanese album", caratterizzata da 60 pagine a fisarmonica di carta piuttosto pesante, ideale per accogliere il flusso di idee dall' inizio e seguirne poi lo sviluppo.
Un Moleskine personalizzato in ogni sua parte, dalla fascetta blu Absolut, alla dicitura che rispecchia quella del taccuino (come Moleskine è noto per essere stato il leggendario notebook di Hemingway, Picasso e Chatwin, Absolut è stata l'ispirazione per Andy Warhol, Jean-Paul Gaultier, John & Yoko, Arthur Golden, Spike Lee, Biennale a molti altri..) fino al codice a barre rigorosamente a forma di bottiglia della celebre vodka.

absolute_body03.jpg absolute_body04.jpgLa storia di questo brand comincia più di 125 anni fa, e vanta oggi la presenza su 126 mercati, oltre all'essere posizionata al terzo posto a livello mondiale ed essere stata inserita nel 2002 dalla rivista Forbes al numero uno fra i marchi di lusso di questo settore.
Per chi vuole immergersi nel mondo Absolut, seguire gli eventi di cui il marchio è promotore e scoprire ricette di cocktail (rigorosamente a base di vodka!) per ogni occasione, il sito è www.absolut.org.

Anticipiamo una curiosità che forse non tutti sanno: "vodka" significa "piccola acqua" in russo!