Hyperwerk


Hyperwerk

Se pensate che il mondo virtuale e quello reale siano due realtà molto lontane, se "neoanalogico" e "postindustriale" sono aggettivi che non sapete interpretare, probabilmente è arrivato il momento di conoscere Hyperwerk.

Hyperwerk HGK FHNW è un Istituto svizzero nato nel 1999 che offre corsi su process design e interaction management. Inizialmente inserito nella facoltà di scienze applicate, di recente ha "accolto" anche la facoltà di arte e design.
Lo studio di questo Istituto si incentra sul rapporto fra l'uomo e la tecnologia, sulla loro interazione e sui cambiamenti che vi sono stati nel tempo. La consapevolezza che l'artigianato, in tutte le sue forme, ha per secoli costituito la base delle attività umane ha portato Hyperwerk a concentrarsi sulla seguente riflessione: le arti applicate possono sperimentare nuove prospettive se uniscono l'intuito umano con le possibilità del digitale. Non ci troviamo più in una fase di astrazione digitale, dominata solo da schermo e mouse, la tecnologia attuale sta recuperando il rapporto con le cose tangibili. Il Design che esprime la "tangibilità digitale" è chiamato neoanalogico.

HyperwerkHyperwerkhyperwerk_05.jpg

Per capire cosa si intende per "postindustriale" bisogna andare a curiosare nella storia dell'Istituto: quando nacque, il corso di studi che proponeva era interdisciplinare e il team di studenti aveva competenze molto varie, che spaziavano dalla danza alla regia, dall'insegnamento al management. Il governo svizzero, però, decise in seguito che avrebbe dovuto diventare un corso di Design industriale. Poiché la società attuale non è, però, basata sull'industria ma sui servizi, il team di Hyperwerk decise di chiamare "postindustriale" il design su cui si concentrava il loro studio. Dal 2003 esiste un progetto concentrato su questo specifico tipo di realtà: il villaggio di Senones, in Francia, è contemporaneamente una città- laboratorio e un laboratorio-città, dove si osservano i cambiamenti introdotti in una piccola comunità dalla tecnologia. Secondo Hyperwerk la globalizzazione porterà sempre più spesso a situazioni del genere, per cui l'analisi di un caso come prototipo può fornire informazioni utili e consentire di sperimentare strategie che si rivelino efficaci.

Hyperwerk

Le ricerche condotte e l'approccio innovativo hanno portato l'Istituto a diventare un punto di riferimento per chi si interroga sul rapporto fra le attività tradizionali e la tecnologia, tanto che il team di Hyperwerk è stato invitato, nel 2007, a partecipare all'annuale edizione del festival Ars Electronica, da anni appuntamento imperdibile per chi vuole riflettere sulla società contemporanea e sul suo futuro.

Per maggiori info: www.acar2.org