SFMOMA


sfmoma490.jpgSeguendo la convinzione che l'arte e i musei possano cambiare la vita delle persone, SFMOMA è un'organizzazione non profit che riunisce 350 individui che credono nelle sfide e accolgono il nuovo e l'inatteso.

Fondata nel 1935, SFMOMA è stata la prima Istituzione della Costa Ovest rivolta all'arte moderna e contemporanea. Situata a poca distanza dal centro di San Francisco, il suo edificio iconico, progettato da Mario Botta nel 1995, comprende una facciata di mattoni sormontata da una torre cilindrica rifinita con pietra bianca e nera. L'interno, illuminato da luce naturale, ospita mostre che vantano una collezione di oltre 26000 opere, fotografie e oggetti di design, provenienti sia da artisti affermati che emergenti.

Dedita ad esplorare nuove strade nella gestione degli spazi museali, SFMOMA ha lanciato una varietà di progetti speciali negli ultimi anni. Fra questi, Explore Modern Art Project rappresenta un contesto online eccezionale per conoscere l'arte moderna e contemporanea. Matters in Media Art è una ricerca che mira a sviluppare nuove linee guida per la tutela e la conservazione delle opere time-based e vede la collaborazione di New Art Trust, Museum of Modern Art, SFMOMA e Tate Modern. SFMOMA è anche partner del progetto Steve: The Art Museum Social Tagging Project, nel quale i visitatori etichettano le immagini che vedono con le loro parole chiave, agendo sulla distanza che c'è fra il modo in cui gli esperti del settore e gli studiosi presentano l'opera d'arte e quello in cui è percepita dal pubblico.

Il 18 gennaio del 2010 SFMOMA festeggerà il suo 75simo anniversario. Una mostra evento della durata di un anno riunirà più di 400 lavori delle collezioni, fra cui opere di Frida Kahlo, Jeff Koons, Sherrie Levine, Jackson Pollock e Barry McFee.

sfmoma235_1.jpgsfmoma235_2.jpg

sfmoma235_3.jpgsfmoma235_4.jpg

Mentre i visitatori scoprono nuovi modi di vivere l'arte nelle gallerie di SFMOMA, possono riportare i loro pensieri su due taccuini Moleskine personalizzati. Con il progetto grafico di Martin Venezky di Appetite Engineers, i notebook hanno un'immagine forte, d'impatto, in cui la copertina e la fascetta interagiscono e si completano. Realizzati ad agosto del 2009, i taccuini sono attualmente in vendita nel museo.