Stanfords


Stanfords

Non a caso queste sono le tre parole chiave che accompagnano l'attività di Stanfords, la più grande libreria in Europa specializzata in mappe, libri di viaggio e accessori dedicati.
La sua storia nasce nel 1853, quando Edward Stanford diventa titolare dell'attività a cui si era avvicinato qualche anno prima, entrando in affari con Trelawney Saunders, già dedito alla vendita di mappe e cartine con una sede al numero 6 di Charing Cross.

Nel 1901 è aperta al pubblico quella che è tuttora la sede, un edificio a tre piani a Long Acre, nel cuore di Covent Garden a Londra. Il seminterrato ospita il London Stanfords Digital office, dove si possono trovare (o ordinare) mappe personalizzate, fotografie aeree, una sezione di viaggio dedicata ai bambini e il British Department, che offre una gamma completa di carte topografiche militari. Il pavimento è ricoperto da quella che è probabilmente la più grande mappa dalla A alla Z di Londra. Il piano terra comprende mappe e libri per Francia, Spagna, Italia e Portogallo, oltre a una vasta selezione di mappamondi, letteratura di viaggio e musica dal mondo. Le mappe relative alle destinazioni internazionali e ad altri paesi europei che non si trovano al piano terra sono al primo piano, insieme ad altri utili prodotti per chi viaggia, come i kit di primo soccorso e i coltelli tascabili. Questo livello presenta il pavimento rivestito dalla famosa mappa del National Geographic raffigurante l'Himalaya, centrata sul Monte Everest. Sul soffitto sovrastante si trova invece una mappa stellare.

stanfords_03.gifstanfords_04.jpgstanfords_05.jpg

Oltre alle sedi di Londra e Bristol, è possibile esplorare il catalogo e acquistare on line, su http://www.standfords.co.uk/. Il sito è strutturato in maniera molto chiara ed esaustiva, e vanta anche servizi originali come la sezione "We've been there" dove gli stessi membri dello staff riportano le loro esperienze di viaggio, testando in prima persona il valore dei loro prodotti.

Il legame fra Moleskine e Stanfords prende vita dalle stesse passioni: curiosità, apertura, scambio e continua attenzione per il mondo, le persone, le storie. Stanfords ha voluto un taccuino personalizzato in occasione dell'evento Detour, creato da Moleskine stesso. Detour è un progetto per creare un nuovo luogo d'incontro, reale e virtuale, tramite la realizzazione di spazi on line (blog) dedicati alle grandi città (attualmente Londra, Parigi, Roma e Milano) e a tutto quello che vi accade: mostre, eventi, curiosità, iniziative. La partecipazione è aperta a chiunque.

Stanfords

Il taccuino realizzato per l'occasione ha in copertina una mappa del percorso per avvicinarsi alla vetta del Monte Everest, con le tappe principali. Il progetto grafico ha raggiunto un'elegante sintesi, in cui in bianco spiccano, in forma triangolare, le tappe, e in nero, incise, le rispettive altitudini. La fascetta racchiude una porzione della medesima mappa, accompagnata dal logo di Stanfords e dalla dichiarazione di "edizione limitata".

Per maggiori info sul progetto Detour: http://www.moleskine.com/it/events/detour/

Per chi volesse appronfondire la storia della libreria Stanfords: "The mapmakers: a history of Stanfords" di Peter Whitfield, Compendium Publishing.