Racconti africani a Lagos, Nigeria.


Wole-Soyinka_490.jpgMoleskine partecipa con un'edizione speciale al Lagos Black Heritage Festival, diretto dal premio nobel per la letteratura Wole Soyinka. Scenario del festival è Lagos, 11 milioni di abitanti, cuore della Nigeria, la più grande e moderna metropoli d'Africa. Il festival si propone come un'esplorazione multidisciplinare della diaspora Africana attraverso lavori teatrali, masquerades, arti visive, musica, simposi, poetry slam e film.

Il Festival si tiene quest'anno al Freedom Pÿk, la famigerata prigione di Broad Street, simbolo di oppressione e schiavitù, convertita oggi in uno spazio pubblico aperto alla cittadinanza.

In omaggio al Festival, Moleskine ha creato un' edizione speciale che verrà donata agli artisti e agli ospiti presenti, tra cui i poeti del "Coffe-Table collection", i film maker nigeriani che partecipano alla rassegna cinematografica e i fotografi protagonisti delle mostre.

LBHF_235_03.jpg LBHF_235_01.jpg

Ogni anno il festival si concentra su una regione specifica. Quest'anno è stato scelto il Mediterraneo e, in particolare, l'Italia; un cliclo di approfondimenti intitolato "Black Mediterranean: Afro-Italian Narratives" sarà l'occasione di incontro tra importanti scrittori e studiosi internazionali, tra cui Nuruddin Farah, Ubax Cristina Ali Farah, Claudio Gorlier, professore emerito dell'Università di Torino e Armando Pajalich, poeta e professore all'Università di Venezia Ca' Foscarì.

Lagos Black Heritage Festival
dal 2 al 9 Aprile
Freedom Park, Broad Street,
Lagos Island, Nigeria.




Print in MSK format