Objectivity: taccuini hackerati e altri oggetti.


Per il lancio delle nuove collezioni in Nord America, Moleskine, icona del mondo analogico, si è affiancata ad Eyebeam - centro di arte e cultura digitale con base a New York - per una giornata di incontro, di sperimentazione e di festa che aveva sullo sfondo i nuovi oggetti creati da Moleskine per la scrittura, la lettura, il viaggio. Titolo della giornata: "Objectivity". In programma vari workshops di notebook hacking (ovvero l'arte di hackerare, ibridare ed elaborare i taccuini), una mostra di oggetti Moleskine rielaborati e customizzati, e un party finale.

Obectivity_490.jpgObjectivity è avvenuta in contemporanea con la 23esima edizione dell'International Contemporary Furniture Fair di New York, il maggiore appuntamento nord americano legato al design contemporaneo, cui Moleskine partecipava con le nuove collezioni Writing, Travelling e Reading.


IN PROGRAMMA:
Electroluminescent Moleskine Notebook Hacking Workshop ( by Diana Eng, Fashion Designer and Eyebeam Alum)

In questo workshop i partecipanti disegnano e costruiscono la propria versione illuminata del taccuino Moleskine realizzando progetti con materiali elettroluminescenti, installandoli direttamente sulla cover del taccuino via drivers. Una sorta di Moleskine del futuro in stile Tron. I prototipi sono messi in mostra alla fine del workshop alla serata di chiusura. Objectivity_325_03.jpg SHIFT - A Collaborative Drawing Workshop (by Mark Parsons, Pratt Institute of Architecture)
In questo workshop i partecipanti si uniscono per una sessione di disegno di gruppo di 3 ore eplorando come i sistemi di riferimento cambino viaggiando all'interno di spazi cittadini. Strati di immagini in continua evoluzione.
Obectivity325_02.jpgFigurative Drawing Device (by Nova Jiang)
La sagoma umana scannerizzata e riprodotta su carta unendo tecnologia e manualità. L'installazione coinvolge lo spettatore. Il disegno come diagramma psicologico rivela l'interazione tra i partecipanti.
Obectivity_325_04.jpgA vocabulary of objects
In mostra gli oggetti delle collezioni Writing, Travelling e Reading interpretati da artisti e designer come strumenti di libera espressione. Tra gli artisti anche gli studenti della Parsons School of Design, qui alcuni momenti durante la lavorazione della Messenger Bag.   
Obectivity_235_08.jpg Obectivity_235_06.jpg
                                                  Iain Burke - studente alla Parsons  
Obectivity_235_02.jpg Obectivity235_01.jpg
                                                          Ray Masaki - studente alla Parsons
Obectivity_235_04.jpg Obectivity_235_03.jpg
                                                         Ciara Gay - studente alla Parsons



Domenica 15 maggio
ore 15-21
EYEBEAM
540 West 21st Street
New York, NY 10011

Print in MSK format